Torre verso il porta a porta. Intanto, fra sei giorni stop alle candidature per gli aspiranti netturbini

448

Mentre si attende la rivoluzione del porta a porta, ci sono ancora criticità a Torre del Greco tra sversamenti illeciti e scarsa pulizia in diverse aree della città.

L’amministrazione comunale ha provveduto a smantellare progressivamente gli ecopunti, la cui gestione da sempre ha comportato numerose criticità. 

Questa mattina si presenta così l’area degli ex Molini Meridionali Marzoli, segno che le criticità persistono. Rifiuti sparsi sull’asfalto e scarrabili colmi.

Senza dimenticare che proprio dove è rimasto attivo uno degli ultimi ecopunti cittadini sono ubicati uffici comunali strategici ed aperti al pubblico. 

Tutto questo a breve dovrebbe diventare solo un brutto ricordo per i torresi con l’avvio del nuovo piano e il ritorno in città della raccolta porta a porta. Oggi un primo appuntamento importante con la riunione a Palazzo Baronale con gli amministratori di condominio. 

Per implementare il nuovo sistema la Buttol ha indetto una selezione per 25 netturbini, procedura finita anche al centro di polemiche politiche. L’avviso  è stato pubblicato lo scorso 16 dicembre tramite un’agenzia per il lavoro per conto della Buttol. Le candidature dovranno essere presentate entro il 16 gennaio, mancano quindi solo sei giorni per lo stop alle candidature. I requisiti richiesti sono: licenza media, meno di un anno di esperienza, età compresa tra i 18 e i 29 anni, attitudine al lavoro di squadra, attenzione e precisione per il servizio svolto, flessibilità e disponibilità a lavorare su turni. Ancora è richiesto il possesso di patente B e preferibilmente patente CQC, l’idoneità fisica alla mansione e la dichiarazione di assenza di carichi pendenti e procedimenti penali in corso.

Al momento le candidature presentate sono state circa 460.

Torre del Greco: selezione per 25 netturbini, candidature entro il 16 gennaio – INFO