Troppi assembramenti in strada, rischio zona rossa a Natale – VIDEO

95

Il governo valuta un irrigidimento delle misure anticontagio nei giorni festivi e prefestivi: l’idea è quella di rendere tutta l’Italia zona rossa o arancione nelle giornate più a rischio, permettendo però un allentamento per i piccoli Comuni. Si valuta una deroga che dia, a chi abiti in paesi sotto i 5000 abitanti, la possibilità di spostarsi entro i 30 chilometri. Le deroghe sugli spostamenti potrebbero interessare, così, oltre 10 milioni di italiani che vivono in piccoli comuni, che sono circa il 69% del totale dei comuni italiani. 

L’ipotesi è adottare norme omogenee in tutta Italia, con un irrigidimento delle disposizioni come annunciato anche dalla Merkel in Germania, per evitare la terza ondata. La preoccupazione è esplosa dopo le immagini circolate negli ultimi giorni dei vari centri cittadini invasi da persone. Con la riaperture sono tante le persone che ne hanno approfittato per fare shopping, affollando negozi e gallerie, un comportamento che, in realtà, è stato lo stesso Governo a favorire per dare uno slancio all’economia e rianimare il commercio. I preoccupanti assembramenti, misti al rigore manifestato da altri paesi europei, potrebbero quindi portare ad una improvvisa quanto incoerente inversione di marcia. 

“Sono ormai lunghi mesi che siamo tutti impegnati, con grandi e piccoli sacrifici, nella battaglia contro il Covid-19. – scrive il premier Giuseppe Conte su Facebook – La nostra comunità nazionale, pur tra mille difficoltà, è riuscita a mostrare un forte spirito di coesione e un grande senso di responsabilità. Sono convinto che continueremo a mostrare questa saldezza anche nelle prossime settimane, in occasione delle festività natalizie.”